Fondazione
per la Ricerca
e la Terapia
in Urologia
La Fondazione
RTU Onlus
La Fondazione per la Ricerca e Terapia in Urologia RTU ONLUS nasce a Milano nel 2000, per volontà di un Paziente, con lo scopo di sostenere, nell'ambito del servizio pubblico, lo sviluppo dell'attività clinica, scientifica e didattica volta alla diagnosi e alla cura delle malattie urologiche.
La Fondazione ha individuato nel Padiglione Cesarina Riva, Unità Operativa di Urologia dell'Ospedale Policlinico di Milano, la struttura ospedaliera più consona allo sviluppo dei propri progetti.
La generosa donazione di un imprenditore e filantropo lombardo, ex paziente del Prof. Francesco Rocco, ha contribuito a trasformare il Padiglione Cesarina Riva, in un Centro di Eccellenza in Urologia.
I cittadini, attraverso il Servizio Sanitario Nazionale, possono usufruire di cure mediche e chirurgiche all'avanguardia grazie al continuo aggiornamento sia scientifico che tecnologico.
Nel 2010 al Cesarina Riva sono state effettuate oltre 10.000 prestazioni ambulatoriali e più di 1.000 interventi chirurgici.
IL PADIGLIONE
CESARINA RIVA
Fin dall'800 l'Ospedale Maggiore Policlinico di Milano è stato sostenuto da filantropi che hanno supportato la creazione di nuove infrastrutture e prestigiosi reparti che portano ancora oggi i nomi delle famiglie che hanno contribuito alla loro creazione.
Il Padiglione Cesarina Riva nasce proprio dalla donazione del Cav. Francesco Riva in memoria della moglie Cesarina. Inaugurato nel 1911, è divenuto uno dei primi reparti pubblici di urologia istituiti in Italia.
Seguendo la tradizione, nel 2006, grazie all'intervento della Fondazione RTU, la Clinica Urologica diviene un centro di eccellenza medico-chirurgica per la città di Milano e sinonimo di sanità all'avanguardia sul territorio nazionale.
LE PATOLOGIE TRATTATE

  • Urologia Generale: ipertrofia prostatica benigna, malattie infiammatorie dell'apparato uro-genitale, calcolosi urinaria dell'adulto e del bambino (ESWL, litotrissia endoscopica laser).
  • Urologia Oncologica: malattie del rene, vescica, prostata, testicoli, pene.
  • Andrologia, infertilità maschile, patologia dell'uretra.
  • Urologia Ginecologica.
Da 10 anni contribuiamo
all'eccellenza in Urologia
"UN'OASI CONTROCORRENTE", LA TESTIMONIANZA DI UN PAZIENTE

"Un mese in ospedale poteva essere un inferno invece è stato tutt'altro. Un corridoio verde, un'oasi controcorrente, è possibile che un reparto possa sembrare casa?... Reparti cosi sono una rarità, però ci sono, questo è ciò che da giugno mi ritrovo a ripetere ad amici, parenti e conoscenti."
In questi 10 anni abbiamo ottenuto risultati concreti che testimoniano l'impegno della Fondazione RTU a migliorare la cura e l'assistenza del paziente urologico. In particolare sono stati resi possibili:

  • il restauro del Padiglione Cesarina Riva, sede della Clinica Urologica dell'Università degli Studi di Milano diretta dal Prof. Francesco Rocco: un nuovo reparto con tre sale operatorie multimediali, un reparto di degenza con camere singole/doppie fornite di bagno privato e aria condizionata ed un reparto di day-hospital;
  • l'acquisto del robot da Vinci di prima generazione:
    strumento sofisticato per la chirurgia mini-invasiva che garantisce al paziente eccellenti risultati funzionali e il beneficio di un recupero post operatorio più rapido;
  • l'erogazione di 8 borse di studio di ricerca clinica:
    programma finalizzato a sostenere la formazione di medici specialisti in urologia;
  • l'attività di aggiornamento scientifico: sono stati organizzati corsi e congressi con i massimi esperti internazionali di urologia;
  • la ricerca clinica: ad esempio la tecnica chirurgica nota come i "Punti di Rocco", studiata per velocizzare il recupero della continenza dopo la prostatectomia radicale, che viene oggi utilizzata nei più prestigiosi centri di urologia internazionali.
Innovazione e tecnologia
al Cesarina Riva
L'impegno della Fondazione RTU per il futuro diventa ancora più importante.
Le patologie urologiche nella popolazione maschile sono in continuo aumento, sia per la maggior capacità diagnostica sia per l'invecchiamento della popolazione.
All'interno della Clinica Urologica, l'intervento di prostatectomia radicale robot assistita è costantemente praticato a causa della diffusione del tumore prostatico, primo tumore per incidenza nella popolazione maschile e secondo come causa di mortalità. Secondo i dati dell'Organizzazione Mondiale della Sanità, nei prossimi dieci anni l'incidenza del tumore prostatico è destinata a raddoppiare.
Considerata questa realtà, la Clinica Urologica del Cesarina Riva vuole sviluppare ulteriormente la qualità del servizio dotandosi di apparecchiature chirurgiche sempre più all'avanguardia: il nuovo robot da Vinci di ultima generazione.
Il da Vinci Si HD dual console è dotato di due postazioni chirurgiche che, come nel caso dei comandi di un'auto adibita a scuola guida, consente a due chirurghi di collaborare operando a "4 mani" permettendo, oltre ad una chirurgia minimamente invasiva, un'assistenza chirurgica supplementare.
La nuova apparecchiatura permette anche l'approccio single port che richiede una sola l'incisione cutanea necessaria per l'inserimento degli strumenti chirurgici.
La Fondazione RTU rinnova il suo impegno per stare al passo con una medicina sempre più all'avanguardia, capace di studiare, curare e ricercare.
Il Futuro della Ricerca in Urologia
ha bisogno anche di te
Il tuo aiuto concreto è un gesto di solidarietà ai pazienti che saranno ricoverati nel Padiglione Cesarina Riva; contribuirai a rendere disponibili, grazie alla ricerca, cure migliori e risolutive per i malati di patologie urologiche.
  • DONAZIONI LIBERALI
  • DONAZIONI PER RICORRENZE
  • DISPONI DI UN LASCITO TESTAMENTARIO IN FAVORE DI FONDAZIONE RTU
  • PROPONITI COME "AMBASCIATORE" DEL NOSTRO IMPEGNO
  • ORGANIZZA UN EVENTO DI RACCOLTA FONDI
  • DEVOLVI ALLA FONDAZIONE RTU IL TUO 5X1000 INDICANDO NELLA TUA DICHIARAZIONE DEI REDDITI IL CODICE FISCALE DELLA FONDAZIONE 97276670151
Come inviare il tuo contributo
BONIFICO BANCARIO
Intestato a Fondazione per la Ricerca e la Terapia in Urologia RTU Onlus,
via Fratelli Gabba, 5 - 20132 Milano
Banca Popolare di Sondrio
IBAN: IT 05G0 569 601 600 000 014 228 X02
Causale: donazione liberale
ASSEGNO BANCARIO
Intestato a Fondazione per la Ricerca e la Terapia in Urologia RTU Onlus,
spedito in busta chiusa a:
Fondazione per la Ricerca e la Terapia in Urologia RTU Onlus, via Fratelli Gabba, 5 - 20132 Milano
CONTO CORRENTE POSTALE
Intestato a Fondazione per la Ricerca e la Terapia in Urologia RTU Onlus,
via Fratelli Gabba, 5 - 20132 Milano
c/c 1001085594
OGNI DONAZIONE A FONDAZIONE RTU È DETRAIBILE O IN ALTERNATIVA DEDUCIBILE
Per le persone fisiche le donazioni sono deducibili nella misura del 10% del reddito complessivo dichiarato fino all'importo massimo di 70.000 Euro; in alternativa, è possibile detrarre il 19% dell'importo donato fino a un massimo di 2.065,83 Euro.
Per le persone giuridiche le donazioni sono deducibili nel limite del 10% del reddito di impresa dichiarato fino ad un massimo di € 70.000 o in alternativa nella misura massima 2065,83 o del 2% del reddito di impresa dichiarato.
È importante ricordare che, per usufruire dei benefici fiscali concessi dalla legge alle persone fisiche, è necessario conservare la ricevuta del versamento nel caso di donazione con bollettino postale. Ricordi di inviare i suoi dati personali:
Nome, Cognome, Codice Fiscale, Indirizzo per poterle inviare la ricevuta. Può farlo:
  • per posta scrivendo all'indirizzo: Fondazione RTU Via della Commenda, 15 - 20122 Milano;
  • con un fax al n. 02.5503.4577 o con una email all'indirizzo .
Women's Art for Men's Health
L'arte e le donne per una mostra benefica a supporto di Fondazione RTU e della lotta contro il cancro alla prostata.
Save the date:
Giovedì 15 dicembre 2011
Cartiere Vannucci di Milano
Via Atto Vannucci 16
18.30 - 22.00

Per maggiori informazioni:
OUTSTANDINGLAB
Alzaia Naviglio Pavese 52
20143 MILANO

Francesca Maria Montemagno
Mob. 3408735634
WAMH01 è un'iniziativa che Fondazione RTU presenta per raccogliere fondi a favore delle proprie attività 2012 e a favore del programma di sensibilizzazione circa le patologie urologiche ed in particolare sul cancro alla prostata, che rappresenta uno dei tumori più diffusi nella popolazione maschile.

La sensibilità ed il talento femminile nell'arte diventano motore per un'iniziativa che richiama l'attenzione degli uomini alla propria salute ed alla cura del proprio corpo superando ogni tabù e facendo della prevenzione la miglior cura contro le insidie oncologiche tipicamente maschili.

WAMH01 raccoglie oltre 40 contributi d'artista che hanno ad oggetto l'uomo nella sua quotidianità, allo specchio, a contatto con l'ordinario e lo straordinario colto e raccontato dalla Donna. Contributi contemporanei che rendono la liquidità della dialettica tra uomo e donna, con ironia ma anche con fare scherzoso che permette di cogliere simpatiche sfaccettature. WAMH01 è l'occasione per conciliare i generi e creare una sinergia vincente: la sensibilità femminile che sa essere concreta e pragmatica per superare un tabù tutto maschile circa la propria salute e la propria idea di virilità.

Le artiste che hanno generosamente raccolto l'invito di Fondazione RTU utilizzano l'illustrazione, la pittura, la fotografia, il linguaggio audiovisivo e la poesia per raccontare la realtà ontemporanea nei suoi tratti gioiosi ma anche in quelli più riflessivi e per ricostruire un immaginario dove il rapporto uomo-donna è analizzato.